La posata giusta per ogni pasto, scopriamole tutte!

In una tavola che si rispetti non può mancare la posata adatta ad ogni pasto. Se stiamo aspettando degli invitati importanti, se siamo alle prese con un pranzo formale o vogliamo, semplicemente, fare “bella figura” è fondamentale realizzare una mise en place impeccabile.

Per farlo, non solo dobbiamo scegliere la tovaglia giusta e il perfetto centrotavola ma anche la forchetta, o il coltello, giusto per la pietanza che vogliamo servire.

Vediamo insieme cosa dicono le regole del bon ton per avere una tavola a prova di “Galateo”.

Ad ogni posata il suo posto

Prima di tutto è importante sapere dove e come posizionare le posate. Durante l’apparecchiatura è bene fissare alcune regole d’oro:

le forchette vanno messe a sinistra del piatto, con i rebbi rivolti verso l’alto,
il coltello è la prima posata a destra e deve avere la lama rivolta verso l’interno,
la seconda posata a destra è il cucchiaio (o la posata da pesce se necessaria, con la parte convessa posata sul tavolo).

    Davanti al piatto andranno poste sempre le posate da dessert, messe tra i piatti e i bicchieri con i manici rivolti verso la mano che le impugnerà.

    La regola del “verso” è sempre la stessa: coltello e cucchiaio rivolti verso destra, la forchetta verso sinistra.

    Ad ogni posata il suo pasto

    Ogni coltello, forchetta o cucchiaio ha poi un suo uso specifico. La sua forma peculiare ha lo scopo di permettere ai commensali di consumare in maniera adeguata il proprio pasto.

    Partiamo dalla forchetta, possiamo genericamente individuare tre tipologie di questa posata:

    Forchetta da pesce a differenza della forchetta normale e più schiacciata ed è sempre in metallo a quattro rebbi ma con un solco centrale più scavato;
    Forchetta da carne: questa posata ha solo tre rebbi molto spessi e stretti, ideali per essere affondanti nella carne;
    Forchetta da dolce: la posata da dessert ha dimensioni ridotte rispetto alla classica forchetta ed è a tre rebbi. Uno di questi è più largo e schiacciato, utile per “porzionare” il dolce e portarlo alla bocca.

     

    Esistono ovviamente altri tipi di forchette per usi più specifici come l’apertura delle ostriche o delle lumache ma anche le forchette da antipasto. Si tratta di posate pensate per raccogliere facilmente piccoli pezzi di cibo da una ciotola, anche quando l’antipasto si consuma in piedi. La lunghezza del manico assicura una presa salda che scongiura ogni caduta.

    La posata giusta per ogni pasto: tipi di cucchiai

    Come per la forchetta, individuiamo tre macrocategorie che possano contenere le differenze di forma e di uso del cucchiaio:

    Cucchiaio da minestra è la posata classica lunga circa 20 centimetri, con la coppa allungata, perfetta per consumare diverse pietanze semi liquide.
    Cucchiaio da dessert: leggermente più piccolo della forchetta e del coltello da dessert (misura circa 18 cm) ha una forma della coppa più tondeggiante.
    Cucchiaio da brodo è ancora più piccolo, con i suoi 16 cm, si distingue dagli altri cucchiai per la forma più arrotondata, adatta per mescolare il brodo.

     

    Per bevande come il the o il caffè esistono dei cucchiaini progettati ad hoc. La posata più adatta per girare la bevanda inglese è leggermente più piccola del cucchiaio da dessert, misura 13 cm, e va posto sul piattino a destra della tazza. Quello da caffè, invece, è molto più piccolo e può trovarsi in commercio anche in versione paletta espresso.

    Infine, citiamo l’amatissima paletta da gelato: facilmente riconoscibile, questa posata ha la concavità piatta e leggermente squadrata. Perfetta per composti cremosi e semi solidi.

    Tipi di coltelli

    Per fare un elenco esaustivo dei coltelli in commercio non basterebbe un post e nemmeno molti altri, sono davvero tantissimi. Indichiamo quelli più in uso.

    Coltelli da carne. Più grandi di tutti gli altri misura circa 25 centimetri di lunghezza con lama seghettata nella parte anteriore.
    Coltelli bistecca. Sono coltelli da carne con la lama molto più appuntita ed affilata.
    Coltelli da dessert. Misurano 20 cm ed ha una forma molto simile al coltello da carne. Simile è il coltello da burro che, però, ha una forma più arrotondata.
    Coltelli da pesce. Questi coltelli sono molto simili ad una spatola poiché permettono di togliere le lische e si trova a destra del coltello da carne, poiché il pesce viene sempre servito prima.

     

    Le posate per bambini

    Chiudiamo, infine, la rassegna con le posate per le persone più importanti della famiglia: i bambini! I set pappa coloratissimi e ispirati al mondo degli animali, delle principesse Disney e dei cartoni aiutano i più piccoli durante lo svezzamento ed anche a sviluppare in maniera più semplice l’autonomia nell’alimentarsi.

    Le posate sono piccole e dalla presa confortevole. Lame e rebbi sono arrotondati e l’impugnatura è sagomata e decorata. Sono vendute solitamente in abbinamento a piatti e bicchieri. Per i bambini non c’è nessuna regola nell’uso delle posate, l’importante è finire il piatto!

    Scopri come apparecchiare anche il resto della tua tavola e scegliere il servizio di piatti più adatto a te!